Wild Spring

La primavera, tempo di rinascite, è senza dubbio uno dei periodi più affascinanti dell’anno nel mondo naturale. Anche quest’anno ho cercato di viverla al massimo cercando di documentare a modo mio la sua transizione. Ho passato questi mesi alla continua ricerca di attimi e atmosfere e alcune volte mi sono ritrovato immerso in situazioni inattese.  Ho deciso allora di riassumervela con alcune foto e alcune scene che la rappresentano.

 

"Enchanted spring”
Mi trovavo lì da qualche ora e la percezione della realtà andava svanendo. Vagavo nel sentiero immerso in una morbida nebbia che mi avvolgeva, nascondendomi l’orizzonte.

 

Il bosco del Sasseto, anche chiamato bosco delle fate (immaginerete il perchè) è stato uno dei luoghi in cui ho trascorso più tempo. Ho ricercato questa situazione per decine di albe, riuscendo a trovare la giusta atmosfera solo una volta. Ho passato decine di ore in questo luogo, in completa solitudine, attendendo l’atmosfera giusta. E’ un bosco magico, che fa vivere esperienze molto forti, forse non comunicabili tramite una fotografia.

 

The ancient forest
Bosco del Sasseto – Maggio 2018

 

Ovviamente mi sono dedicato anche alla “Widlife photography” cercando di raffigurare la primavera tramite i miei soggetti preferiti, gli animali. Per farlo al meglio ho passato diversi giorni nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Maggio è un periodo molto importante per alcuni animali, i cervi ad esempio danno alla luce i giovani cerbiatti e il raro Orso Marsicano uscito dal letargo si avvicina alla stagione riproduttiva. Seppur obbiettivi molto difficili mi sono messo subito al lavoro per osservare le scene che volevo!

 

Maternal Care

 

Buona la prima! Sono stato fortunato e questo è stato uno dei primi scatti che ho fatto nel parco. Ho avuto la fortuna di trovare una femmina di cervo col suo piccolo nato da pochissime ora. Ho osservato poi questo giovane cerbiatto per alcuni giorni cercando di riprendere altre scene e  per effettuare alcune riprese video. Ogni minuto passato difronte a questo spettacolo ha un valore immenso, non è stato facile scegliere la foto che rappresentasse meglio l’amore della madre per il suo piccolo ma questa in particolare mi piaceva molto per l’espressività dei soggetti e la loro naturalezza. Ma non finisce qui! Infatti durante la mia permanenza ho fatto altri incontri interessanti, riuscendo a fare molto più di quello che mi aspettavo.

 

_H6A0118 copia 2

Oltre ogni mia aspettativa e speranza è arrivato anche l’incontro con l’orso marsicano e non era solo! Ben con 3 cuccioli! Fotograficamente non sono mai stato fortunato con questo splendido animale, tuttavia ogni volta che riesco ad osservarlo sono felice. Attualmente la popolazione dell’orso marsicano viene stimata intorno ai 50 esemplari vederne uno è sempre un grande traguardo, figuriamoci 4 insieme!

Per coronare infine questa stagione ho un ultimo scatto. Durante uno degli ultimi giorni nel parco, ho deciso di dedicarmi alle fioriture a fondovalle, cercando di immortalare qualche animali immerso nei colori della primavera. Poco da dire, una delle scene più belle della mia vita. Ormai al tramonto, vedo dei movimenti in mezzo al tappeto giallo di fiori, non credevo ai miei occhi. Un lupo appenninico con la zampa di un cervo, probabilmente predato la notte precedente. Non ho fatto altro che scattare sperando di riuscire a metterlo a fuoco in mezzo alla vegetazione.

Lupo nei fiori
Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise – Maggio 2018

 

Infine vi lascio con uno slideshow di tutti i miei scatti effettuati in primavera!

Questo slideshow richiede JavaScript.